Manutenzione caldaia

Manutenzione caldaia

La revisione è obbligatoria per tutte le caldaie, indipendentemente dall’assenza di guasti o anomalie eccezionali e si effettua anche quando sembra che tutto sia nella norma.

Ci sono due fasi nella revisione: la manutenzione ordinaria ed il controllo dei fumi.

La manutenzione ordinaria consiste nel passare in rassegna e controllare le parti più utilizzate dell’impianto di riscaldamento, e quindi più a rischio di degradazione: ad esempio i ventilatori, gli elettrodi, la camera di combustione, la guarnizione. Segue poi una pulizia generale dell’apparecchio.

Il controllo fumi, invece, ha il fine di esaminare l’efficienza energetica della caldaia, e consiste in un test che permette di controllare la regolazione del bruciatore, misurando i valori di tiraggio e la temperatura dei fumi di combustione. Nella stessa occasione inoltre vengono determinati i valori inquinanti ed i parametri di sicurezza e risparmio energetico. È da notare il fatto che il controllo fumi non riguarda solo le caldaie, ma qualunque dispositivo di riscaldamento che eroga una potenza maggiore di 10 kW ed è separato da un sistema centrale (ad esempio le stufe a pellet).

  • Títolo della lista 1

  • Títolo della lista 2

  • Títolo della lista 3